Beatrice Boschetti

Candidata al Consiglio Comunale

Ospedaletto
Impiegata presso il comune di Rimini

beatrice boschetti

Ho 42 anni, sono nata a Rimini e ho sempre vissuto a Riccione.

Sono sposata con Fabrizio Vescovelli dal 1999, anno in cui mi sono traferita da Riccione a Coriano. Ho 2 figli di 13 e 17 anni.

Dopo il diploma all’Istituto Manara Valgimigli di Rimini (l’attuale liceo psico-pedagogico), ho conseguito la Laurea in Giurisprudenza nel 2002 e l’abilitazione alla professione di Avvocato nel 2006.

Come molti romagnoli nella mia giovinezza ho svolto attività stagionale estiva presso Hotel e Ristoranti e durante il mio percorso di studi universitario, nella stagione invernale, ho lavorato nei week end presso i locali notturni della riviera.

Ma non avevo la né la vocazione per il Foro né la vocazione per l’attività imprenditoriale, oltre alla necessità di dover conciliare la vita coniugale e le esigenze di due bambini piccoli con l’attività lavorativa a cui non volevo rinunciare.

Così già nel 2005 mi sono iscritta nelle liste dei possibili candidati a svolgere tirocini formativi, liste gestite dall’ufficio tirocini del Centro per l’Impiego. Poco dopo sono stata chiamata dalla Provincia di Rimini per un tirocinio formativo gratuito presso l’Ufficio Servizi Sociali. Dopo 4 mesi il tirocinio si è trasformato in un contratto di collaborazione. Qui mi sono occupata prevalentemente della gestione dei Registri provinciali del terzo settore e sono entrata in contatto per la prima volta con il mondo del volontariato e dell’associazionismo, settore di cui mi sono occupata per i 4 anni successivi.

Nel marzo 2009, ad esito positivo di un concorso pubblico, sono stata assunta con un contratto a tempo indeterminato presso i Servizi Sociali del Comune di Rimini dove ancora sono impiegata. Qui mi occupo prevalentemente della gestione dei servizi per minori e giovani sotto il profilo amministrativo e contabile.

Ho conosciuto Domenica Spinelli a seguito della mia partecipazione al Consiglio di Circolo nel 2010 in veste entrambe di genitori. Nel 2011 abbiamo costituito insieme ad altri genitori il Comitato genitori al fine tutelare davanti al Commissario, nominato a seguito del dissesto economico del Comune di Coriano, i servizi minimi a supporto delle famiglie dei bambini che frequentavano all’epoca i servizi scolastici e per l’infanzia.

La mia vera vocazione è sempre stata quella di cercare soluzioni affinchè venisse realizzata l’equità dei servizi per le persone che ne hanno realmente bisogno, tanto nella vita familiare e nelle relazioni con amici e parenti e soprattutto nel lavoro.

L’impegno negli Enti pubblici rende la persona che lo svolge doppiamente responsabile delle sue azioni non solo perché deve agire sempre nel rispetto delle regole ma soprattutto perché le risposte che deve fornire devono essere il più possibile eque e adeguate ai veri bisogni dei cittadini.